• 91a Adunata Trento 2018

    91a Adunata Trento 2018

    A breve foto dell'Adunata di Trento Read More
  • Festa della Repubblica 2018

    Festa della Repubblica 2018

    Sabato 2 Giugno ore 9.00 Ritrovo per l'anniversario della Repubblica Read More
  • 1
  • 2

Un cordiale saluto a tutti i presenti, non solo da parte mia, ma da tutto il Consiglio del gruppo.

Ora un momento di raccoglimento per tutti gli alpini che sono andati avanti, e in particolare come segno di vicinanza e solidarietà ai nostri soci e amici che nel 2014 hanno avuto un lutto in famiglia.

All’assemblea dello scorso anno ci siamo lasciati augurandoci un anno migliore.

Quello appena trascorso, purtroppo, non voglio dire che sia stato catastrofico, ma poco è cambiato e continuiamo a vivere una situazione grave per molti settori della nostra nazione.

Richiamandomi a quanto tanti anni fa, con lungimiranza, aveva scritto il nostro fondatore Arturo Andreoletti vi dico: vogliamo ricordarci sempre di essere Alpini, e cioè gente che non fa discorsi, ma lavora, brontolando a volte, ma avendo nel cuore l’amore per la montagna, alla propria terra e ai compagni che sono legati alla stessa corda.

Il nostro Presidente nazionale Sebastiano Favero, nell’inviarci gli auguri per le feste dello scorso Santo Natale, ci ricordava le tante sfide e gli impegni che ci aspettano e che già abbiamo cominciato ad affrontare per il 2015. Ci ricorda: il Centenario della Grande Guerra a cui sono legate importanti iniziative, l’accordo con l’Onor Caduti per la gestione dei Sacrari di Cima Grappa, Redipuglia, Oslavia e Rovereto, la costante presenza nelle scuole con il progetto”Il Milite….non più ignoto”, il progetto” la salvaguardia della montagna e la cultura alpina delle nuove generazioni” e il nostro futuro associativo.

Partendo da queste considerazioni possiamo, con orgoglio dire, che il nostro gruppo ha sempre cercato e cerca tuttora di portare avanti le iniziative che il nostro Presidente ci ricorda.

Il 2015 sarà un anno denso di impegni, a cominciare dal ricordo del Centenario della Grande Guerra.

Il nostro raggruppamento, su proposta del nostro rappresentante sezionale Bellò, ha deciso di organizzare una mostra fotografica e la visione di due film storici per le scuole e per la nostra comunità.

Queste iniziative si svolgeranno fra la fine di maggio e gli inizi di giugno 2015, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e le altre Associazioni del nostro territorio.

Passando alla vita associativa del nostro gruppo devo rilevare che, nonostante oltre la metà degli iscritti riceva attraverso il telefonino o la loro posta elettronica gli avvisi e i comunicati delle attività che il Consiglio propone, la poca partecipazione alla vita associativa del gruppo.

Vi invito ad insistere con i nostri iscritti con il contatto diretto e personale.

Bisogna saper motivare i nostri iscritti, con la nostra vicinanza, informandoli e illustrando le nostre attività, i nostri valori e ideali, invitandoli a partecipare per formare una vera squadra.

Fare squadra vuol dire rafforzare e diffondere gli ideali che ci accumunano, vuol dire agire per il bene collettivo senza farci intimidire da ostacoli e difficoltà, operando con convinzione, spirito di servizio e lealtà.

Nel 2014 abbiamo cercato di migliorare i rapporti con le altre Associazioni del nostro territorio, avvicinando i responsabili e invitandoli a una maggiore collaborazione; con l’Amministrazione Comunale i rapporti sono soddisfacenti.

Vi ricordo che la nostra convenzione per l’uso del fabbricato che ci ospita è scaduta, siamo in attesa che ci venga comunicata la nuova convenzione.  Abbiamo richiesto che la nuova convenzione sia prorogata per altri dieci anni.

Il Consiglio si è riunito per 14 volte nel 2014, la partecipazione dei consiglieri è stata abbastanza costante, anche se devo rilevare alcune assenze non giustificate.

I Soci alpini iscritti al gruppo nel 2014 sono stati 87, i soci amici 15, per un totale di 112 iscritti, la quota associativa per il 2015 è stata aumentata a 22 euro.

Nel 2014 abbiamo acquistato due nuovi capannoni, per poter migliorare e rendere più sicure e agevoli le nostre uscite.

Le spese per l’ordinaria gestione sono sensibilmente aumentate, contributi economici da enti esterni non ne sono arrivati, vi invito a pensare a nuove forme di attività per poter assicurare nuove entrate.

Il nostro gagliardetto ha partecipato a diverse manifestazioni e cerimonie, ha presenziato ad alcune cerimonie funebri testimoniando la nostra vicinanza e solidarietà ai nostri iscritti colpiti da lutti famigliari.

Ha presenziato a tutte le manifestazioni nazionali, regionali e provinciali che il nostro statuto chiede di presenziare.

La partecipazione all’Adunata nazionale a Pordenone è stata buona, diversi soci hanno partecipato, un ringraziamento a quanti si sono adoperati per la buona riuscita.

Nel 2015 l’Adunata nazionale si svolgerà all’Aquila, vista la distanza e le difficoltà che comporta l’organizzazione della partecipazione del nostro gruppo, vi chiedo di contattare per tempo i nostri soci e far in modo di sapere, almeno un mese prima, chi intende partecipare.

Il nostro sito internet nel 2014 ha avuto un incremento di accessi, si sono più che raddoppiati, passando da 3300 del 2013 a 7486, con una media di 20 accessi al giorno. Questo dato non può che renderci contenti e soddisfatti, nel confermare la nostra scelta di usare le nuove tecnologie. Il referente del sito Ivano Stocco è a vostra disposizione, se volete intervenire con commenti e foto. Sta studiando come renderlo più accattivante e interessante.

Alcuni componenti la nostra squadra di protezione civile hanno partecipato a dei corsi di formazione e di aggiornamento, visto il continuo cambiamento di norme e regolamenti.

La squadra sarà chiamata a essere presente alle esercitazioni previste nel 2015, per poter essere sempre pronta a intervenire in caso di emergenza.

Roberto Feltrin  referente come capo squadra, causa malattia, è stato sostituito in via provvisoria da Ivano Stocco.

La 18^ rassegna di canti alpini e popolari dello scorso dicembre 2014 ha visto la partecipazione di un coro di voci bianche del nostro Istituto Comprensivo Statale di Vedelago. La loro presenza ha portato una ventata di freschezza, di gioia e di condivisione.

Abbiamo ricevuto delle ottime critiche, sia per l’impostazione che per la  realizzazione.

Le libere offerte raccolte, nonostante la crisi che continua, sono rimaste invariate rispetto al 2013.

Le offerte sono state impegnate per comperare generi alimentari di prima necessità, e donati alla Caritas interparrocchiale di Vedelago.

Un ringraziamento a tutti coloro che col loro impegno hanno reso possibile la riuscita della manifestazione.

Nel mese di novembre 2014 abbiamo partecipato, come 24° raggruppamento, alla giornata della colletta alimentare richiestaci dal Banco Alimentare.  Sono stati interessati alla raccolta di generi alimentari di prima necessità i supermercati Alj e Lidl di Vedelago e il Cadoro di Salvarosa.

Anche in questa occasione la solidarietà non è mancata e la raccolta di alimenti è stata superiore allo scorso anno.

Hanno collaborato con noi alcuni componenti la Caritas interparrocchiale di Vedelago. Un ringraziamento a quanti, soci alpini e non, per la partecipazione e la collaborazione.

Per quanto riguarda le attività sportive voglio ringraziare i soci Luigi Rizzante e Rinaldo Durighel, per l’impegno che dimostrano nell’attività di tiro con la carabina e la pistola.

Sono sempre ai vertici delle classifiche, danno lustro alla nostra Sezione e al nostro gruppo.

E’continuata, come gli anni scorsi, la nostra presenza al Bosco delle Penne Mozze: con la manutenzione dell’area che raccoglie la statua della Madonna e dell’altare, la manutenzione delle nostre stele, la presenza alla cerimonia annuale, alla messa dei manutentori e alla messa della vigilia di Natale col nostro gagliardetto.

Un ringraziamento al referente del Bosco Penne Mozze e a quanti si sono impegnati con costanza alla cura del nostro memoriale.

Prima di concludere la mia relazione e guardando a quanto ho appena scritto mi chiedo e vi chiedo: noi che tipo di futuro associativo vogliamo per il nostro gruppo e per la nostra Associazione?

Tutti siamo invitati a dare il nostro contributo per rispondere a questa domanda, una possibile risposta è: ispiriamoci al passato e alle tradizioni, per poter guardare al futuro con coraggio e proseguire il cammino iniziato molto tempo fa.

In definitiva, noi siamo uomini normali, che si comportano da uomini normali in un mondo dove, viceversa, si vogliono far apparire le cose e i fatti anormali e deviati come del tutto logici e giustificati.

Manteniamo ben salda e diritta la barra dei nostri valori, da trasmettere ai nostri figli e alle nuove generazioni.

Concludo, ringraziando i vicecapogruppo, i componenti la segreteria, i referenti della sede, il responsabile del sito internet, tutti i Consiglieri per l’impegno che hanno dimostrato e per il sostegno che ho ricevuto.

Un ringraziamento a tutti gli iscritti del nostro gruppo che sotto varie forme ci sono vicini e ci sostengono, alle nostre compagne, fidanzate e mogli che ci aiutano nel portare avanti le nostre attività.

Un ringraziamento al nostro rappresentante sezionale per l’impegno dimostrato nel tenere il nostro raggruppamento e il nostro gruppo sempre aggiornati.

Auspico sempre più, una fattiva collaborazione fra i soci e il Consiglio, con la sicurezza di appartenere a un’associazione che nel tempo si è sempre distinta per la sua disponibilità, per lo spirito di corpo che lega e unisce i propri soci.

 

VIVA GLI ALPINI

VIVA L’ITALIA

 

Il Capogruppo Giorgio Baggio