Il giorno di nascita dell’Italia unita lo abbiamo dimenticato.

 

Quanti italiani sanno che il 17 marzo 2016 è il giorno in cui 155 anni fa è nato il nostro paese? Per un secolo e mezzo lo abbiamo semplicemente ignorato.

Con il risultato che l’Italia è uno dei pochissimi Paesi al mondo che non celebra, come si dovrebbe, il giorno della propria nascita.

Festeggiamo la liberazione dal nazifascismo, la vittoria della prima guerra mondiale, ma non festeggiamo l’Unità proclamata dal Parlamento di Torino nel 1861, e continuiamo a non farlo.

Per trovare qualche articolo sui giornali nazionali e locali e in rete, bisogna avere una vista molto acuta, niente in prima pagina qualche piccolo articolo sulle pagine della cultura.

Quali iniziative il Ministero dell’Istruzione ha programmato nelle scuole a riguardo?

Inutile chiedersi come mai i disegni di legge per istituire la festa nazionale, presentati sia dalle forze politiche di destra e di sinistra, ammuffiscono nei cassetti della Camera dei Deputati.

C’è chi in questi giorni celebra i 300 anni della nascita di Carlo Borbone, e i 200 anni del Regno delle Due Sicilie.

Il 17 marzo ce lo siamo dimenticato di nuovo, celebrazioni ufficiali?

Giorgio Baggio